Topleft

Alessandro

  Gli animali 
Topright






Quadri e schizzi
Astratto
Figurativo
Schizzi



Le stampe
Idee per stampe
Le sue stampe


Poesia e musica
La sua poesia
Poesia per lui
La sua musica


Curriculum
Italiano
Inglese
Spagnolo


 

 

Alessandro aveva un gran cuore, che si esprimeva soprattutto nell'aiuto al prossimo bisognoso e ammalato nel corpo e nello spirito. Non possiamo però elencare, per questioni di riservatezza e rispetto verso le persone, i nomi e le vicende dei molti che ha aiutato risolvendo i loro problemi materiali e spirituali.
Possiamo però, senza tema di violare la privacy di alcuno, dire che Alessandro si inteneriva anche per gli animali.  Parliamo dunque di:

 

Gatti

 

Cani

 

Il cavallo della Caffarella

 

 


Fortunatamente e per Grazia di Dio la famiglia di Alessandro ha voluto vivere e ha quasi sempre vissuto in posti immersi nel verde, sia a Taranto - dal 1977 al 1992 - che a Roma - dal 1992 fino al giorno del suo decesso nel 2009.
A Roma Alessandro viveva da solo con i genitori, dopo che i fratelli se ne erano andati per la loro strada, nella casa che era della famiglia fino dal 1948. Una volta una tenuta di campagna, ora è ridotta a un villino con annessi circa 2500 metri quadrati di giardino alberato di pini, cedri, lecci e altre piante e circondato da palazzine costruite sui lotti del grande terreno di una volta.

Tenere cani dunque è stata anche una necessità, tanto è vero che al contrario dei vicini che sono stati derubati alcune volte, in casa di Alessandro non ci sono stati mai furti portati a termine. Si ricordano pochi tentativi andati a vuoto, alcuni a Taranto, e uno a Roma, tutti sventati dal cane di turno.
In due di questi casi i nostri animali, che in famiglia sono sempre stati e sono oggetto di molte cure e affetto, hanno sacrificato la propria vita a seguito della difesa dei beni e delle persone della famiglia.